• 27 May 2022

Femminicidio e violenza contro le donne sono due terminologie che negli ultimi anni hanno riempito le cronache nazionali e internazionali.

Il fenomeno della violenza contro le donne, in costante aumento anche nel nostro paese è una piaga a livello mondiale. Secondo uno studio da poco pubblicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il 27% delle donne tra i 15 e i 49 anni ha subito violenza fisica dal partner di sesso maschile tra gli anni 2000 e 2018. Numeri che fanno luce sulla portata incredibile di questo orrore.

Lo studio comparativo dell’OMS appena pubblicato sulla rivista The Lancet coinvolge due milioni di donne in 161 paesi del mondo. La ricerca si poggia sui dati del Global Database on the Prevalence of Violence Against Women, istituito dalle Nazioni Unite per raccogliere numeri, storie e coordinare risposte efficaci contro questa piaga sociale.

Il database fornisce informazioni complete e aggiornate sulle misure intraprese dai governi, permette scambi di esperienze, diffonde dati e ne consente lo studio, con un campione rappresentativo del 90 per cento dell’universo femminile.

Da quanto emerso dallo studio fino a 492 milioni di donne sono state vittime di abusi. La prevalenza della violenza è più alta tra le adolescenti e le giovanissime, dai 15 ai 24 anni, proprio nel periodo in cui si iniziano a costruire le relazioni, che dovrebbero essere sane e solide e non minate da soprusi, fisici o psicologici.

La percentuale scende al 23 per cento tra le donne di età superiore ai 60 anni. Secondo il Global Burden of Disease la prevalenza di violenza perpetrata dal partner è più alta in Oceania (49%), nell’Africa subsahariana centrale (44%), nei paesi andini (38%), nell’Asia meridionale (35%;), nell’Africa settentrionale e nel Medio Oriente (31%). La diffusione minore si riscontra in Asia centrale (18%), Europa centrale (16%) ed Europa occidentale (20%). I paesi ad alto reddito registrano quindi tassi più bassi di questo genere di soprusi.

I numeri della violenza in Italia

Soltanto nel biennio 2020-2021 sono più di 15 mila le donne che in Italia hanno cominciato un percorso nei centri anti violenza. Secondo i dati Istat in Italia almeno il 31,5% delle donne è stata vittima nel corso della propria vita di qualche tipo di violenza fisica o sessuale. Numeri scioccanti, ma che rappresentano solo una frazione del quadro reale, perché soltanto il 27 per cento denuncia l’accaduto.  

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Sanità digitale, cresce il bisogno

Logo Mondosanita

Mondosanità è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino Iscrizione N. 5158/2020 del 23/05/2020 RG n. 8682/2020. Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Mondosanità sono rilasciati sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License". Numero registro stampa 11/2020 del 23/05/2020 Direttore responsabile: Giulia Gioda