• 27 May 2022

La Germania allenta il lockdown e salgono i contagi, da quando le maglie della quarantena si sono allargate il tasso di contagio è risalito a 1, ovvero ogni persona infetta ne contagia un’altra, mentre durante il lockdown era sceso a 0,7.

Congiuntamente sta risalendo il tasso di mortalità arrivando a 3,7 cifra comunque molto più bassa rispetto a tanti altri Paesi europei che però dimostra un trend pericoloso e allarmante. I dati sono stati diffusi dal Robert Koch Institut, secondo cui nel Paese si registrano 156.337 casi di contagio e 5.913 vittime.

Per questo motivo nei prossimi giorni il Governo tedesco deciderà come agire nell’apertura o nel restringimento del lockdown e nel frattempo vengono ripetute incessantemente le misure di prevenzione come il mantenimento delle distanze sociale e l’utilizzo delle mascherine nei trasporti pubblici e nei negozi. Intanto il Governo tedesco ha dichiarato che non ci sarà nessuna accelerazione nel processo di lockdown, ma prevarrà la prudenza. La Germania come tutti i Paesi europei e non si trova combattuta tra coloro che vorrebbero riaprire per rilanciare l’economia e coloro che chiedono prudenza, ritenendo che il pericolo di infezione da Coronavirus è ancora troppo alto e non si possa rischiare una nuova ondata di contagi e conseguentemente di morti da Covid 19.

Intanto il virologo più famoso della Germania Christian Drosten, che appare spesso nelle televisioni tedesche per spiegare l’evolversi del contagio e che richiede prudenza nell’uscita dalla fase 1 del lockdown, riceve ripetute minacce di morte

Anche in Giappone, con l’allentamento del lockdown, si sono registrati un aumento di nuovi casi. Il caso di Germania e Giappone desta preoccupazione in tutti gli Stati che stanno aprendo più o meno velocemente alla fase 2 del lockdown ed è forse per questo motivo che l’Oms ha lanciato l’allarme annunciando che “siamo lontani dalla fine della pandemia”.

Logo Mondosanita

Mondosanità è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino Iscrizione N. 5158/2020 del 23/05/2020 RG n. 8682/2020. Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Mondosanità sono rilasciati sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License". Numero registro stampa 11/2020 del 23/05/2020 Direttore responsabile: Giulia Gioda