• 27 May 2022

In tutto il mondo sempre più app sono in prima linea per combattere il Covid 19, la Commissione europea pubblica gli orientamenti per la protezione dei dati. Infatti non vi è alcun dubbio che le app scaricate sui nostri smartphone possano essere un alleato prezioso per Istituzioni e sistemi sanitari: possono fornire ai cittadini risposte immediatamente indebolendo il sistema di fake news e possono tracciare tracciare i contatti dei contagiati evitando il nascere di nuovi focolai e quindi l’espandersi della pandemia.

L’8 aprile 2020 la Commissione ha adottato una raccomandazione relativa a un pacchetto di strumenti comuni dell’Unione per l’uso della tecnologia e dei dati al fine di contrastare la crisi Covid-19 e uscirne, in particolare per quanto riguarda le applicazioni mobili e l’uso di dati anonimizzati sulla mobilità. La raccomandazione ha lo scopo, tra l’altro, di sviluppare un approccio europeo comune (“pacchetto di strumenti”) per l’uso delle applicazioni mobili, coordinato a livello dell’UE, per consentire ai cittadini di adottare efficaci misure di distanziamento sociale e per scopi di allerta, prevenzione e tracciamento dei contatti al fine di contribuire a limitare la propagazione della Covid-19.

Gli orientamenti scritti dalla Commissione tengono conto del contributo del comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB) e del dibattito nell’ambito della rete di assistenza sanitaria online (e-Health).

Ecco i punti cardine del documento:

  • Le autorità sanitarie nazionali (o i soggetti che svolgono compiti nel pubblico interesse nel campo della salute) devono essere titolari del trattamento
  • Bisogna garantire che la persona mantenga il controllo
  • E’ necessaria una base giuridica per il trattamento
  • Ci vuole una minimizzazione dei dati
  • Limitare la divulgazione di dati/l’accesso ai dati
  • Stabilire le finalità precise del trattamento
  • Definire limiti rigorosi per la conservazione dei dati
  • Garantire la sicurezza dei dati
  • Garantire l’esattezza dei dati
  • Coinvolgere le autorità preposte alla protezione dei dati

 

Il documento si può leggere per esteso al seguente link:

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:52020XC0417(08)&from=EN

Logo Mondosanita

Mondosanità è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Torino Iscrizione N. 5158/2020 del 23/05/2020 RG n. 8682/2020. Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Mondosanità sono rilasciati sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License". Numero registro stampa 11/2020 del 23/05/2020 Direttore responsabile: Giulia Gioda